complessita-2

Una psico-fiction che, per la prima volta al mondo, mette tutta la città in terapia di gruppo.

Un format nuovo e ironico che, coniugando psicologia, comunicazione e arte, invita i napoletani a ripensarsi, a curare le relazioni sociali, a ricostruire la propria identità per diffondere un’immagine della città più “integra”, meno sbilanciata sugli aspetti negativi o da “cartolina”.

Venti puntate, venti “sedute” di gruppo, ognuna dedicata ad un “tema-sintomo”.

“Partenope”, città afflitta da tante somatizzazioni, stanca di soffrire, cerca di risolvere le sue crisi ricorrendo a uno psicologo psicoterapeuta (il dottor Antonio Cimone). La narrazione procede esattamente come un vero percorso di terapia (dal primo contatto con l’esperto, all’analisi della richiesta, al contratto terapeutico…) e attraverso l’ausilio di un linguaggio divertente affianca a ricordi dolorosi della città (emergenza rifiuti, camorra, trasporti…) immagini e valori positivi partenopei, volti di “pazienti” quotidianamente impegnati nel migliorare Napoli, ascoltati tra limiti e possibilità nel cerchio di sedie rosse della terapia di gruppo.

Singole storie unite in un racconto coerente per restituire alla città complessità e autostima.

Ogni “seduta” è composta da quattro flash di circa un minuto in onda sui canali Videometrò e sulle pagine social ufficiali del NIT (hashtag #NIT).

Il progetto gode del patrocinio morale del comune di Napoli e dell’ordine degli Psicologi della Regione Campania.